11 thoughts on ““L’aria che tira”, una favoletta morale

  1. No….tu stai evidentemente sottostimando l’importanza dei coprisedia in televisione, sono fondamentali! Io guardo certe trasmissioni solo per quello, bellissime…spengo l’audio e contemplo! Anzi ti devo dire che mi sei piaciuto un sacco…e vorrei che tu diventassi il testimonial per la mia azienda. Produciamo copri sedia del 1994…pensaci, e’ una attivita’ che rende e poi e’ una forma d’arte se fatta con una certa consapevolezza; numerosi critici e galleristi la stanno rivalutando. 😉 poteva andarti peggio, fare da copri sedia a La vita in diretta o peggio a una puntata di Porta a Porta…:-(

    Mi piace

  2. sono completamente d’accordo con la titolare dell azienda che produce coprisedie…Lei non si puo’ permettere di sottostimare l’impatto mediatico e socioculturale dietro a questo tipo di ruolo fondamentale per il messo espressivo televisivo…sarebbe come una puntata di Striscia la notizia senza le risate registrate…o senza addirittura il simpaticissimo Gabibbo…ahahahahahahah! Si ricordi che Lei opera e lavora in Italia(mica in Spagna!)…e dietro alle sue superficiali considerazioni ci sono famiglie intere che si sfamano…cosa succederebbe se ci fosse una presa di coscienza da parte dell’italiano medio…si prende Lei la responsabilita’ di dire a Mariolino che a Natale non gli possiamo prendere l’ hiphone 6?! In futuro le consiglio di dosare le parole e di evitare esternazioni di cotal natura. Grazie. Lo zio di Mariolino nonche’ Avvocato della azienda CopriRex.

    Mi piace

  3. Va beh dai…
    Non puoi negare che l’oretta scarsa di programma, intervallato abbondantemente dagli spot, sia filata via, liscia come l’olio: dal canto tuo, avvantaggiato dalla faccia simpatica e dalla pochezza degli altri ospiti, con il tuo silenzio hai comunque fatto figura degna, assai meglio di coloro che, aprendo bocca, sparavano *bip* (censura) una dietro l’altra. Altra considerazione assolutamente a tuo favore la camicia indossata, in tinta con i colori dello studio…
    Tutto sommato, un passaggio televisivo ben riuscito, che assicurerà, ne sono certo, un buon rientro di vendite del tuo libro. Un cordiale saluto, MDG.

    P.S. La trasmissione non l’ho vista, ma credo che la descrizione soprascritta non sia poi così fuori luogo;
    resto convinto che, quando uscirai il prossimo libro, andrà sicuramente meglio!… ;-D

    Mi piace

beh?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...