Tempi migliori

Con questa vignetta, non pubblicata, chiudo la mia collaborazione con la rivista Tempi (durata 7 numeri). La scelta è stata mia e la spiego. Mi avevano garantito due cose importanti: 1) nessuna censura 2) soldi. Occasione troppo ghiotta per razzolare ben pagato su un settimanale di area cattolica. 

Perchè vado via? Perchè ci sono tre cose che un vignettista non dovrebbe mai fare: farsi censurare, censurarsi e censurare. La mia “totale libertà” a Tempi è durata solo poche settimane e infatti la mia ultima vignetta non è stata pubblicata. Certo, avrei potuto disegnare cose più tranquille e gradite all’editore cosí da continuare a mettere in tasca qualche soldo in più al mese. Ma il gioco non vale la candela: devo qualcosa a questo lavoro, a chi mi legge, a chi me lo ha insegnato, e soprattutto a chi mi pubblica, mi sostiene e mi difende sul serio ogni giorno. Non possiamo pretendere che si rispetti la nostra libertà se poi siamo i primi a svenderla a chi paga meglio. Quindi, stop: si torna a casa. Buona fortuna a tutti, ne abbiamo bisogno. Qui la vignetta in questione.

24 thoughts on “Tempi migliori

  1. in realtà sono DISPIACIUTO.
    per qualche settimana ho avuto l’illusione che potessero esistere dei religiosi progressisti.
    ma ora la conferma che il mio costante sospetto fosse una triste realtà.

    bene così in fondo, dai. ho bisogno di un mondo fatto di certezze

    Liked by 1 persona

  2. Non sono più cattolica da tempo, proprio per l’ipocrisia in generale, soprattutto
    rivolta verso noi donne. Non c’è nulla da fare: per certa chiesa noi siamo state
    e saremo sempre persone di serie b. I fatti lo dimostrano e questo è uno dei tanti.
    Medioevo, 2.0… non è cambiato nulla. Apprezzo la tua coerenza.

    Mi piace

  3. Magari avresti qualche soldo di più in tasca, ma non saresti più capace di guardarti allo specchio. Alle brutte fai un fischio che come lettori diciamo due paroline a Travaglio! Grazie Nat.

    Mi piace

  4. Pingback: Senza sensi di colpa, una lettera aperta a Sergio Staino - A ragion veduta

  5. Ma cazzo… “TEMPI” il giornale più integrlista possibile perfino peggio di Avvenire, ma scusa che ti aspettavi?

    Aspettiamo che ora pure Sergio Staino si accorga della vaccata che ha fatto..

    e poi perchè mai ti avrebero dato uno spazio se non per sperare di spuntarti la matita con i soldi?

    Lo stesso che sperano di fare con Staino, tu hai avuto la forza di resistere e ti sei dimostrato coerente e professionale.

    Mi piace

beh?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...