Chi sono

10604727_10152757181852180_455059966452361472_o

Napoletano, dicembre 1985.
Mi chiamo Mario, firmo Natangelo (che è il mio cognome), a volte per pigrizia “Nat”.
Giornalista professionista. Disegno ogni giorno una vignetta per Il Fatto Quotidiano dal primo numero, nel Settembre 2009. Mi disegno con i capelli blu per una ragione specifica.
Ho disegnato diversi anni per Linus, collaboro con Smemoranda, ho realizzato copertine e illustrazioni per qualche rivista e alcuni libri. Mi mancano tre esami alla laurea in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Ho vissuto un anno ad Alicante, in Spagna, e poi dal 2010 mi sono trasferito a Roma. Ho disegnato e pubblicato reportage grafici dalla Spagna, l’Egitto, la Lapponia, il Belgio, l’Ungheria, l’Austria, la Francia, la Danimarca e altri posti tipo così.

Ho pubblicato ‘Pensavo fosse amore invece era Matteo Renzi‘ per Magic Press nel 2015 e nel 2017 la versione aggiornata ‘Pensavo fosse amore invece era Matteo Renzi – Maria Elena Boschi Edition‘, ancora per Magic Press. Ho pubblicato ‘2012 con loden’ la mia prima raccolta di vignette, insieme a Vauro e con prefazione di Marco Travaglio.
Ho ricevuto il 40° Premio per la satira politica di Forte dei Marmi, il Premio per la Satira Galantara e il ‘Premio del Pubblico’ dalla rivista Internazionale e dalla Commissione Europea. Ho pubblicato anche un libro a fumetti dal titolo ‘Napolitano! Sesso Moniti e Rock’n’roll’ (Aliberti Editore).

Sono stato autore in mostra per diverse edizioni al Salone internazionale del fumetto Comicon di Napoli. Ho esposto al Museo d’arte contemporanea MADRE di Napoli.
Ho esordito nel 2007 con Emme, l’inserto satirico de L’Unità ideato e diretto da Sergio Staino.

21 thoughts on “Chi sono

  1. sono quasi cinquant’anni che leggo fumetti e, restando in Italia, come mi fai ridere tu ci sono riusciti solo Bonvi, Silver e Ortolani …complimenti davvero, sei in buona compagnia 🙂

    Mi piace

  2. …e quando Marco Iodice, in pellegrinaggio a Messina nel 2009 mi disse: “Vedi che Natangelo del Fatto è Mario Natangelo di Alicante” io rispuosi “Ah, minchia!”.
    Ti seguo sempre! Un abbraccio!

    Mi piace

  3. Bravo Nat; fare complimenti suona sempre così sdolcinato e melenso, però se ti trovo bravo come posso dirtelo? Insultarti a bella posta (solo per non apparire melenso) mi parrebbe eccessivamente antimelenso e anche un po’ fesso; produrmi in una distaccata analisi didascalicografica con cipiglio favorevole, m’occuperebbe troppo tempo perché continuerei ad interrompermi ghignando su di me; e troverei il far finta di niente e non dirti che sei bravo, una roba da timidi, e la timidezza mi fa troppo ridere: temerei per la mia salute.
    Perciò te lo dico: bravo; melenso che possa sembrare, non farci caso. Mi diverte il candore infantile con cui rappresenti i personaggi, un po’ come fossero una famiglia allargata di Peanuts stralunati, ma sempre in argomento, e creativi. Anche a me piace la maschera del finto tonto (anche perché la volta che sei tonto davvero, tutti pensano: “eh, finge, è il solito furbacchione!” e tu la passi alla grandissima senza muovere un neurone).
    Ho finito.

    Mi piace

beh?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...