La censura postuma

Mi segnalano che un giornalista di Tempi, dissociandosi (pubblicamente e) radicalmente dalla mia vignetta “volgare, infamante e falsificatoria”, abbia dato la stura a commenti interessantissimi tipo questo che si intitola:
“Essere cattolici oggi: la pedofilia nel clero non esiste. E se esiste la insabbio. E sa qualcuno ne parla prendo un grosso pennarellone per cancellarne traccia”.
Poi via a confessarsi per aver detto “pennarellone”Senza titolo-1.jpg

Proteste contro Tempi

Carissimi tutti, una piccola nota. Come avrete letto ho iniziato a pubblicare delle vignette su Tempi. Tempi è un settimanale legato al movimento di Comunione e Liberazione, diretto da Alessandro Giuli che mi ha garantito la massima libertà e nessuna censura mai.

Siccome io e molti lettori abbiamo discusso (e alcuni contestato) la scelta di pubblicare i miei lavori su una rivista di un’area così distante da me (e magari da chi normalmente mi legge) mi sembra interessante portare all’attenzione dei più quanto è successo dopo la pubblicazione della mia seconda vignetta sul settimanale cattolico (sono bastate due vignette, sì).

La vignetta è questa:

2-web

Sulla pagina Facebook di Tempi è stato pubblicato questa nota firmata dal direttore.

lettera.jpg

In attesa di leggere più nel dettaglio la posizione che il direttore prenderà sulla faccenda rendo atto ad Alessandro di aver avuto il coraggio e l’onore di pubblicare una vignetta davvero tosta per un settimanale come Tempi: me l’aveva promesso e ha mantenuto la parola. Decideremo quindi il da farsi, intanto vi riporto le reazioni più disparate alla nota del direttore e alla mia vignetta: chi mi invita a scusarmi con Ratzinger, chi dice seriamente che Gesù non avrebbe mai disegnato questa vignetta, tanti chiedono la testa del direttore e via dicendo. Per una vignetta. I fondamentalisti siamo noi.

promoSchermata 2017-07-30 alle 12.34.19Schermata 2017-07-30 alle 12.35.46Schermata 2017-07-30 alle 12.37.07Schermata 2017-07-30 alle 12.39.07Schermata 2017-07-30 alle 12.39.57Schermata 2017-07-30 alle 12.41.15Schermata 2017-07-30 alle 12.43.04Schermata 2017-07-30 alle 12.46.36Schermata 2017-07-30 alle 12.48.36Schermata 2017-07-30 alle 12.50.12

Molto bella la chiusura di questo lettore:

Schermata 2017-07-30 alle 12.49.31

Intanto, in Danimarca… [Domani in edicola]

Ecco, una cosa divertente e completamente fuori di testa che non farò mai più: quattro giorni in Danimarca per celebrare il “Natale a Luglio” e partecipare DA DENTRO all’incredibile World Santa Claus Congress di Bakken.
Volete sapere perché? Cos’é? Com’è? Come è finita? Non perdete Il Fatto Quotidiano in edicola domani, cioè lunedì: ci saranno DUE PAGINONE di reportage scritto, disegnato e fotografato interamente da me da Copenhagen. Mettete i promemoria nei vostri smartphone e preparatevi a cantare canzoni danesi: non si salverà nessuno.
OH OH OH!