Premio Satira Forte dei Marmi

Chiudo due settimane infuocate in Versilia. Dopo la tre giorni di festa de Il Fatto Quotidiano con tanti incontri, lettori, chiacchiere e miriadi di vignette (sia in mostra che sul palco e dal vivo), sono appena tornato da Forte dei Marmi dove ho ricevuto il Premio per il Fumetto Satirico. 
Ero in buona compagnia, come si vede dalla foto di cui sopra (Altan, Plantu e Biani). 
Ho conosciuto molta gente in gamba e mi sono fatto molte risate. L’emozione è stata forte, ça va sans dire.
Qui di seguito metto le motivazioni della giuria nell’assegnarmi – sconsideratamente – questo premio.
IL 40° PREMIO FORTE DEI MARMI PER LA SATIRA POLITICA È STATO ASSEGNATO PER IL
FUMETTO SATIRICO “NAPOLITANO” (Aliberti ed.) A :
MARIO NATANGELO
Natangelo disegna come un diavolo. Un diavoletto. Irriverente piuttosto che maligno, dispettoso piuttosto che sulfureo, intelligente piuttosto che supponente. Con Nap a Nat riesce di emulare
Mefistofele, convinto come è che ci sia un Berlusconi buono prigioniero del Berlusconi cattivo da smascherare. Ne risulta una trama talmente incasinata che la satira si trasforma in racconto
immaginifico e il racconto in realtà romanzesca. Il Nap di Nat non ci fa dimenticare il Pertini di Pazienza. E per questo è premiato.

Premio Galantara 2012

Lo scorso fine settimana ho ricevuto il Premio Galantara 2012 per il libro ‘Napolitano! Sesso, Moniti e Rock’n’roll’. Una bella notizia, direi. Chiaramente ringrazio il Centro studi Galantara e il comune di Montelupone per l’ospitalità e tutto il resto.
PREMIO GALANTARA 2012

Biennale di arte e comunicazione satirica  “L’Oscar della Satira”

Assegnazione degli “oscar della Satira” a
MASSIMO BUCCHI il “premio d’onore Galantara”per il suo riconosciuto valore come Maestro Caposcuola dell’Arte Satirica  Italiana
BENEDETTO-BENNY NICOLINI  il “premio caricatura” per la sua originale produzione artistica che si inquadra nella grande tradizione della caricatura italiana e europea
MARIO NATANGELO il premio “letteratura disegnata” per la sua originale e surreale graphic novel “NAPOLITANO, sesso moniti e rock&roll”della casa editrice Aliberti

Napolitaneide – in mostra a Forte dei Marmi dal 1 Giugno

FORTE DEI MARMI. Si inaugurerà venerdì 1 giugno, alle ore 18.30, presso il Fortino, la mostra “Napolitaneide. Storie satiriche di un settennato e anche più”. Prodotta dal Museo della Satira di Forte dei Marmi, la mostra propone un originalissimo excursus nell’iconografia satirica di ieri e di oggi sulla figura politica di Napolitano, con oltre cento opere di: Allegra, Altan, Benny, Biani, Bruna, Bucchi, Burato, Careddu, Carra, Chartroux, Contemori, De Angelis, Disegni, Fabbri, Forattini, Frago, Franzaroli, FS, Giannelli, Gli Sgommati, Greggio, Lubrano, Makkox, Mannelli, Manzini, Maramotti, Marengo, Migneco e Amlo, Minoggio, Mora, Nardi, Natali, Natangelo, Nuele, Origone, Paparelli, Perini, Pillinini, Presciutti, Rebori, Scalia, Simon, Spataro, Staino, Superbi, Vauro, Vincino, Vukic.

In coincidenza con la fine del settennato, esercitandosi proprio su Napolitano, citiamo, tra tutti quelli in mostra bravissimi, due vignettisti che hanno raggiunto un’eccellenza di tratto e di parola. Uno è Makkox, il cui disegno potrebbe campeggiare a buon diritto sulla copertina del New Yorker, l’altro è Natangelo, che su Napolitano ha disegnato e scritto uno stralunato romanzo, in cui il disegnatore Nat si lascia trascinare ai limiti del surrealismo autobiografico per seguire le improbabili avventure di un perfidissimo presidente Nap, impegnato nell’ordire una serie di complotti contro un improbabile premier che si è fatto rapire e sostituire dal suo doppio cattivissimo.